mercoledì 23 novembre 2011

Conferenze

Venerdì 25 novembre presso il locale Mind, a via Federico Nansen 62, all’Ostiense si terrà Forme e funzioni il primo dei sei eventi di “Téchne, esperimenti d’arte”. Il progetto, ideato da Fausto Olmelli vuole proporre una riflessione sull’arte oggi, sul perché si fa arte e da dove nasce un’opera, sull’origine faticosa, di ricerca, pensiero, abilità manuale e concettuale dell’artista. Il primo esperimento, allestito dall'architetto Giovanni Cigalino, vedrà 6 professionisti/artisti, legati da un percorso narrativo presentato da Elisabetta Costantini (giornalista): Antonio Calabrese (fotografo); Alessandra Deiana (architetto); Matteo Martone (scrittore); Giuseppe Masci (designer); Pier Luigi Robiati (scultore e insegnante); Giuseppe Uccello (artigiano e arredatore d’interni). Al termine su musica inedita di Riccardo Santoboni una performance dell'attore/danzatore Marco Ubaldi. L'appuntamento è alle 19.30, l'evento inizierà verso le 20.00.

A seguire, da dicembre, gli altri esperimenti: Dall’Accademia all’improvvisazione (2 e 4 dicembre): concerto pianistico con esecuzione di brani di autori classici del primo novecento e a seguire improvvisazione pianistica; Dall’Accademia: ricerca, poetica (16 dicembre): collettiva di giovani allievi dell’Accademia di Belle arti di Roma; Visibilità (10 febbraio): incontro con un poeta e proiezione di un video ispirato dalla sua poesia;Altrove in un altro tempo (24 febbraio): mostra fotografica e laboratorio di arteterapia; Lampi di blu (16 marzo): omaggio a Yves Klein, tributo visuale, musicale, poetico. Gli esperimenti di Téchne sono gratuiti e nascono con l’intenzione di essere un punto di incontro per aggregare artisti, e non, stimolare la riflessione e condividere idee e opere.

Nessun commento:

Posta un commento