sabato 21 aprile 2012

VE.NA. VEra NApoletanità



VE.NA. VEra NApoletanità
Un progetto a cura di Paolo dell’Aquila e Raffaele Loffredo
Galleria D77 – Via Duomo n° 77, Napoli
28 aprile – 27 maggio 2012
Vernissage: sabato 28 aprile 2012 ore 18:30

Il gruppo VE.NA. - acronimo, quest’ultimo, di “VEra NApoletanità” - accomuna alcuni giovani artisti campani, intenzionati a rappresentare la memoria, il profondo, il rovescio, il segreto e la magia della città di Napoli, della vera Napoli - come avrebbe ribadito Roger Peyrefitte -, meravigliosa, pittoresca e commovente: quella della strada.

Per la piena realizzazione di un progetto tanto composito, il gruppo VE.NA. decide di usufruire della pittura, della scultura e della fotografia, suddividendo - per ognuna di esse - il suo programma espositivo, in tre incontri artistici.

In occasione del primo dei suddetti appuntamenti – quello, appunto, riguardante la pittura -, ad esporre, saranno i seguenti artisti (tutti ex studenti dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, eccetto Mariarita Renatti, tuttora allieva della stessa): Salvatore Circelli (classe 1979; nel 2003, si diploma in Decorazione, e, nel 2005, si specializza in Grafica d’Arte), Barbara de Giorgio (classe 1978; conclude gli studi accademici nel 2012, anch’ella per il corso di Grafica d’Arte ), Salvatore Di Domenico (classe 1977; nel 2001, consegue il diploma accademico, per il corso di Pittura), Giovanni D’Onofrio (classe 1980; nel 2006, si specializza in Pittura), Gianluca Martucci (classe 1979; termina gli studi accademici, per il corso di Pittura, nel 2006), Salvatore Melillo (classe 1978; si specializza in Pittura, completando, nel 2005, il proprio iter accademico), Tania Merenda (classe 1979; nel 2003, si diploma in Pittura), Mariarita Renatti (classe 1988; attualmente, allieva dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, per il corso di Pittura), Emiliano Stella (classe 1978; diploma accademico conseguito, nel 2002, per il corso di Pittura), Gaia Vittozzi (classe 1983; si diploma in Pittura, nel 2008, e, nel 2012, si specializza in Grafica d’Arte).

Dieci artisti, la cui sperimentazione pittorica si risolve in un figurativismo contemporaneo, incentrato sulla rappresentazione del corpo, perché Napoli è ed ha un corpo da riscoprire e rivelare.
Il corpo viene analizzato nel suo essere principale “territorio” di indagine dell’essenza e dell’esistenza umana, in quanto evidente risultato di determinanti fattori ereditari ed ambientali, di una particolare epoca e di un distintivo status sociale/culturale.


Ufficio Stampa: Manuela Torre
cell. 340 38 35 038
e-mail torremanuela@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento